Lo sapevate che la parola “BRAND” arriva dalla lingua scandinava e significa “bruciare”?

Era nata per esprimere, in un tempo che fu, l’operazione di marchiatura del bestiame e distingueva la mucca di un allevatore da quella di un altro.

Oggi, paragonare la nostra azienda ad una mucca e pensare che la differenza tra un’azienda e un’altra lo fa in gran parte il marchio, è fuorviante.

Attenzione, è necessario fare una precisazione però…

Marchio ≠ Marca

Possiamo comprendere quindi che la marca si estenda ben oltre la semplice concezione di segno distintivo. Essa diventa un patrimonio inestimabile per l’azienda, fonte di relazioni umane, valori e crescita.

Abbiamo individuato tre semplici regole che ogni brand dovrebbe seguire per raggiungere gli obbiettivi di business che si è prefissato.

1. La fiducia è fondamentale

Tutto (o quasi) il rapporto con i nostri clienti è basato sulla fiducia, sul legare al brand valori nel quale può riconoscersi. L’obiettivo è creare uno stato di grazia frutto di trasparenza, impegno e dedizione.

 

Per vincere le sfide competitive risulta quindi strategico e proficuo costruire relazioni fidelizzate e durature con il cliente dove non sono ammessi errori o distrazioni.

 

Le nostre aziende oggi fanno molta fatica a differenziarsi solamente per il prodotto o servizio che propongono. Per questo, la nostra capacità di creare valore, è determinata in modo sempre più frequente dal saper valorizzare e proteggere il patrimonio fiduciario racchiuso nel brand. Quest’ultimo dovrà essere custodito e difeso con la forza e la determinazione di un guerriero ninja.

2. Presidiare uno spazio mentale

Costruita l’identità valoriale e l’immagine del brand, dobbiamo pensare al suo posizionamento. Farsi spazio nel nostro mercato di riferimento consiste principalmente nel trovare un preciso spazio mentale nell’immaginario del consumatore moderno.

L’ultimo è infatti ogni giorno tempestato da milioni di messaggi pubblicitari, del quale registra una minima parte fondamentale, però, solamente al momento della decisione d’acquisto.

Lo spazio va individuato con attenzione strategica e maniacalità, per poi presidiarlo con forza ed egocentrismo. Chiediamoci ogni giorno cosa sta pensando e desiderando il nostro cliente e creiamo l’occasione di farglielo trovare, sorprendendolo sempre.

3. Trasmettere valori e persone

Tracciare i confini valoriali del nostro brand però non è sufficiente. Abbiamo l’esigenza di trasmettere la nostra identità al consumatore usando una comunicazione coerente, coinvolgente e attenta al contempo ai nostri obbiettivi aziendali e ai bisogni del consumatore.

È su questo campo che si gioca la sfida della comunicazione, ovvero disegnare nella mente del consumatore l’immagine che realmente si vuole associare al proprio brand.

Per fare questo dobbiamo avere ben chiaro chi è il nostro pubblico, conoscendo tutto di esso per poi diventare compagni fidati: presenti, amici e confidenti.

Franca Barban

Franca Barban

Founder & Business Development ManagerAccolgo i miei clienti, mi metto nei loro panni, fino a capire profondamente le loro esigenze e i loro obbiettivi di business e poi, con l'aiuto del mio team, definisco una strategia di comunicazione efficace.

About Fivesix Studio

Via Madonnetta n°56/A
36075 Montecchio Maggiore
Vicenza, ITALY

E: [email protected]

T: +39 0444695498

C: +39 3497459390